AVVISO N.4 Segnalazione allergie alle sostanze igienizzanti e situazioni di "fragilità"

17.09.2020

Al fine di predisporre l'avvio dell'anno scolastico e di approntare quanto necessario, si chiede, come dal Protocollo di Sicurezza del MIUR del 06/08/2020 "al rientro degli alunni dovrà essere presa in considerazione la presenza di "soggetti fragili" esposti a un rischio potenziale maggiore nei confronti dell'infezione da COVID-19. Le specifiche situazioni degli alunni in condizioni di fragilità saranno valutate in raccordo con il Dipartimento di Prevenzione territoriale ed il pediatra/medico di famiglia, fermo restando l'obbligo per la famiglia stessa di rappresentare tale condizione alla scuola in forma scritta e documentata", ove ritenuto necessario, di segnalare eventuali patologie.

In particolare, rispetto ai rischi legati alla pandemia da COVID-19, nell'ambito di una generale riconsiderazione della tutela della salute degli alunni, un'attenzione particolare va indirizzata a quelli più vulnerabili, che potrebbero necessitare di protezioni maggiori.

Si invitano pertanto le famiglie a segnalare entro il 22 settembre, in forma riservata, tramite e-mail istituzionale saic8b9003@istruzione.it con relativa documentazione sanitaria, particolari condizioni di rischio dei propri figli, quali, ad esempio, quello degli allievi allergici alle sostanze a base alcolica o alle diluizioni di ipoclorito di sodio, indicate per la pulizia e la disinfezione degli ambienti.

È opportuno altresì che le famiglie segnalino e documentino particolari allergie ed intolleranze alimentari che possano manifestarsi con sintomi analoghi a quelli indicati nel rapporto ISS COVID- 19 versione del 28 agosto 2020 "febbre, tosse, cefalea, sintomi gastrointestinali (nausea/vomito, diarrea), faringodinia, dispnea, mialgie, rinorrea/congestione nasale; sintomi più comuni nella popolazione generale: febbre, brividi, tosse, difficoltà respiratorie, perdita improvvisa dell'olfatto (anosmia) o diminuzione dell'olfatto (iposmia), perdita del gusto (ageusia) o alterazione del gusto (disgeusia), rinorrea/congestione nasale, faringodinia".

La scuola deve monitorare tutte le situazioni di fragilità, intraprendendo azioni finalizzate ad una serena ripresa delle attività didattiche.